Home » Cinema
stampa
 
 


Valeria Golino vince la Coppa Volpi



L'America latina trionfa a Venezia72: il nuovo corso del cinema!
L'America latina trionfa a Venezia72: il nuovo corso del cinema!

  Lorenzo Vigas, primo regista venezuelano alla mostra del cinema, vince il Leone d'oro con "Desde Alla". Leone d'argento a Pablo Trapero, argentino, con il film "El clan".

L'Italia si deve accontentare del premio alla migliore interpretazione femminile per Valeria Golino, in uno dei quattro film in concorso a Venezia, "Per amor vostro".

Valeria Golino aveva già vinto una Coppa Volpi con "Storia d'amore" di Francesco Maselli nel 1986.

 

Valeria Golino, emozionata nel ritirare il premio, si è così espressa: “l’emozione non conosce tempo. Provo la stessa gioia di quasi 30 anni fa, oggi ho maggiori esperienze e consapevolezza certo, ma questo premio mi dà la stessa infantile e ingenua allegria che mi dava allora. Spero che rimanga sempre così. Sono molto contenta per me e per gli altri, per le persone che mi vogliono bene. E tutti i miei amici non udenti che mi hanno aiutato ad imparare un nuovo linguaggio”

 

Ecco alcune dichiarazioni del regista Giuseppe M. Gaudino: "Ho sempre visto Napoli come una metropoli che si sviluppa su due livelli: uno sotterraneo, pieno di catacombe, cimiteri, ipogei, un altro sopra il livello del mare, agitato da rara vitalità.
Tra questi due mondi, combattuta tra forze contrapposte, il mio personaggio, Anna, donna fragile e forte, si trova a dover rivoluzionare la propria vita. Negli anni ha accettato, per amore degli altri, talmente tante cose che la sua vera natura si è “appannata”, fino a smarrirsi. E a tramutarsi in quell’Inferno che le è accanto ogni giorno e che lei non sa vedere. La storia del film è la storia di questo ritorno all’origine, un percorso verso il disvelamento delle cose. Verso la luce."

 'Per amor vostro', in sala con le Officine UBU dal 17 settembre, girato tra Napoli e Pozzuoli, la Solfatara e Miseno, il cimitero delle Fontanelle e il chiostro di San Marcellino. Gaudino, classe 1957, è tornato a Venezia dopo 30 anni: allora aveva portato il corto Alvis.

 

Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino - Italia, Francia, 110’
v.o. italiano, dialetto napoletano - s/t inglese
Valeria Golino, Massimiliano Gallo, Adriano Giannini

--------------------------------------

Lorenzo Vigas, nato a Merida nel 1967, cita i suoi maestri ispiratori Nuri Bilge Ceylan e Hou Hsiao-hsien e dichiara che il film "l'ho girato nelle reali strade di Caracas senza svuotarle per le riprese in 9 settimane”. "Da lontano" arriva dopo il cortometraggio "Los elefantes nunca olvidan” ed è stato scritto dallo stesso regista, coadiuvato dal famoso sceneggiatore Guillermo Arriaga.   

 

Alcune dichiarazioni del regista: "Il titolo Desde allá si riferisce alla lontananza e alla separazione tra Armando e i suoi oggetti del desiderio, il suo atteggiamento di “guardare e non toccare”. Mi attraeva molto l’idea di realizzare un film su un uomo che non riesce a stabilire relazioni emotive con gli altri. Armando, che non permette a nessuno di avvicinarsi, a sorpresa viene brutalmente colpito dal giovane Elder, e diventa per lui una vera ossessione. Da quel momento, si crea l’illusione di essere in grado di stabilire un rapporto emotivo con qualcuno.  Ma è davvero possibile?"

 

Desde allá (Da lontano) di Lorenzo Vigas - Venezuela, Messico, 93’
v.o. spagnolo - s/t italiano, inglese
Alfredo Castro, Luis Silva.

-----------
 
     
Pablo Trapero, regista, sceneggiatore e produttore argentino, esordisce nella regia di un lungometraggio nel 1999 con "Mondo Grua", vincitore della Settimana Internazionale della Critica alla 56^ Mostra del Cinema di Venezia. Alla fortunata opera prima seguono El Bonaerense, 2002, presentato nella sezione Un Certain Regard al 55° Festival di Cannes, Familia rodante, 2004, presentato nella sezione Orizzonti della 61 Mostra del cinema di Venezia e Nacido y criado, 2006, in concorso alla 1^ Festa del cinema di Roma. Quest'ultimo segna l'esordio come attrice di sua moglie Martina Gusman, fino ad allora sua collaboratrice alla produzione, consacrata come interprete dall'impegnativo ruolo da protagonista nel successivo Leonera, 2008, in concorso al 61° Festival di Cannes che le vale svariati premi internazionali. Trapero ritorna al Certain Regard con Carancho, 2010, ed Elefante blanco, 2012.
 

 

 

Alcune dichiarazioni di Pablo Trapero:
“I limiti tra realtà e finzione non saranno mai definitivi. La vita è piena di momenti inspiegabili e assurdi, e ogni giorno può accadere che si debbano affrontare situazioni che superano l’immaginazione. El clan è un film che spinge questo aspetto ai limiti, attraverso una storia basata sull’incredibile che diventa realtà.”
 

 

El Clan di Pablo Trapero - Argentina, Spagna, 108’
v.o. spagnolo - s/t italiano, inglese
Guillermo Francella, Peter Lanzani

    Tutti i premi ufficiali

La Giuria di Venezia 72, presieduta da Alfonso Cuarón e composta da Elizabeth Banks, Emmanuel Carrère, Nuri Bilge Ceylan, Hou Hsiao-hsien, Diane Kruger, Francesco Munzi, Pawel Pawlikowski e Lynne Ramsey, dopo aver visionato tutti i 21 film in concorso, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

Leone d’Oro per il miglior film a: DESDE ALLÁ (FROM AFAR) di Lorenzo Vigas (Venezuela, Messico) 

Leone d’Argento per la migliore regia a: Pablo Trapero per il film EL CLAN (Argentina, Spagna)

 Gran Premio della Giuria a: ANOMALISA di Charlie Kaufman e Duke Johnson (USA)

 Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile a: Valeria Golino nel film PER AMOR VOSTRO di Giuseppe Gaudino (Italia)

 Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile a: Fabrice Luchini nel film L’HERMINE di Christian Vincent (Francia)

 Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore emergente a: Abraham Attah nel film BEASTS OF NO NATION di Cary Joji Fukunaga (USA)

 Premio per la Migliore Sceneggiatura a: Christian Vincent per il film L’HERMINE di Christian Vincent (Francia)

 Premio Speciale della Giuria a: ABLUKA (Follia) di Emin Alper (Turchia, Francia, Qatar)

 

LEONE DEL FUTURO – PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS”

La Giuria Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” della 72. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, presieduta da Saverio Costanzo e composta da Charles Burnett, Roger Garcia, Natacha Laurent e Daniela Michel, assegna il:

 Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima (Luigi De Laurentiis) a: THE CHILDHOOD OF A LEADER di Brady Corbet (Regno Unito, Ungheria) (ORIZZONTI)

nonché un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore. 

 

PREMI ORIZZONTI

La Giuria Orizzonti della 72. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, presieduta da Jonathan Demme e composta da Anita Caprioli, Fruit Chan, Alix Delaporte e Paz Vega dopo aver visionato i 34 film in concorso, assegna: 

il Premio Orizzonti per il Miglior Film a: FREE IN DEED di Jake Mahaffy (USA, Nuova Zelanda)

il Premio Orizzonti per la Migliore Regia a: Brady Corbet per THE CHILDHOOD OF A LEADER (Regno Unito, Ungheria)

il Premio Speciale della Giuria Orizzonti a: BOI NEON (NEON BULL) di Gabriel Mascaro (Brasile, Uruguay, Paesi Bassi)

il Premio Orizzonti per la Miglior Interpretazione a:Dominique Leborne nel filmTEMPÊTE di Samuel Collardey

Premio Orizzonti per il Miglior Cortometraggio a: BELLADONNA di Dubravka Turic (Croazia)

Il Venice Short Film Nomination for the European Film Awards 2015 a:

E.T.E.R.N.I.T. di Giovanni Aloi (Francia)

 

PREMI VENEZIA CLASSICI

La Giuria presieduta da Francesco Patierno e composta da studenti di cinema provenienti da diverse Università italiane: 25 laureandi in Storia del Cinema, indicati dai docenti di 12 DAMS e della veneziana Ca’ Foscari, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

 

il Premio Venezia Classici per il Miglior Documentario sul Cinema a:

THE 1000 EYES OF DR. MADDIN  di Yves Montmayeur (Francia)

il Premio Venezia Classici per il Miglior Film Restaurato a:

SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA di Pier Paolo Pasolini (1975, Italia, Francia)

Leone d’Oro alla Carriera 2015 a:  Bertrand Tavernier

Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker Award 2015 a:  Brian De Palma

 Persol Tribute to Visionary Talent Award 2015 a:  Jonathan Demme

 Premio L’Oréal Paris per il Cinema a:  Valeria Bilello

 



 

(13 settembre 2015)