Home » Legnago e dintorni » Protagonisti
stampa
 
 
A cura di Carla Faccio
Il merito premiato: borsa di studio Carmagnani reintegrata ed assegnata
Il merito premiato: borsa di studio Carmagnani reintegrata ed assegnata

Giorgio Soffiantini se l'era fatto promettere coram populo al teatro Salieri dal Presidente di Crediveneto Dott. Alessandro Belluzzo  durante la presentazione del suo libro "Luigi Carmagnani - Lettere dalla Guerra 1940-1941" all'inizio di quest'anno, la sera dell'11 gennaio 2008. Con ammirevole solerzia, a poco più di otto mesi di distanza,  la  borsa di studio,  intitolata all'illustre concittadino  - appassionato insegnante morto da eroe appena ventottenne in terra di Russia nel 1941 -  e riservata al più bravo studente uscito dalla terza media nell'a.s. 2007-2008  non solo è stata reintegrata dopo 27 anni di sospensione ma anche assegnata e consegnata alla vincitrice, Ylenia Saggioro. Sabato 27 settembre 2008, alle ore 10,30, presso la scuola "Cavalcaselle" di Porto di Legnago,  nel corso di una bella cerimonia animata dal Preside della scuola, dagli insegnanti, dalla ragazza selezionata  accompagnata dai genitori, dall'autore del libro Giorgio Soffiantini, dal presidente di Crediveneto Dr. Alessandro Belluzzo, dal Dr. Giancarlo Curasì direttore di filiale, dall'assessore alla Cultura prof.ssa Clara Scapin e dal presidente dell'Associazione dei Fanti di Legnago sig. Giuseppe Rossi, con gli allievi di terza media  del nuovo anno scolastico 2008-09, il merito ha ricevuto in particolare il tributo del Dirigente scolastico, dello storico Soffiantini, della Dott. Scapin, del Dott. Belluzzo e di alcuni  professori della premiata, ragazza completa attenta e impegnatissima non solo nelle attività propriamente scolastiche ma anche in quelle parascolastiche di animazione teatrale, stage all'estero ecc.... L'entità della borsa di studio erogata attualmente - 1.500 euro - rende la provvidenza generosa e dignitosa se confrontata con il costo della vita attuale e porta avanti una storia di generosità  iniziata subito dopo  la scomparsa di Luigi Carmagnani ad opera del suo preside ed estimatore Prof. Viezza che ne affidò la gestione materiale ad un comitato costituitosi appositamente per dare un aiuto a giovani studenti particolarmente dotati ed appartenenti a famiglie bisognose. Dopo una  prima sottoscrizione del 1942, la somma raccolta venne investita in titoli fruttiferi di stato. A questo denaro, rimasto inutilizzato per anni, l'Amministrazione Comunale  di Legnago aggiunse nel 1962 la somma di 50.000 lire e, rispondendo con generosità all'appello del Comitato, persone di ogni ceto sociale, la Cassa di Risparmio, la Banca Mutua Popolare, l'Istituto Aleardo Aleardi ed anche alcuni cittadini veronesi, contribuirono al raggiungimento di un totale di 581.400 lire- Tale dotazione  a oltre vent'anni  dalla scomparsa del "Professor Gigi" fu erogata annualmente sino al 1991, nel corso di una piccola cerimonia nella  presidenza dell'Istituto Frattini. Negli anni successivi al 1991, vista la limitatezza  dei fondi a disposizione, la borsa di studio, non più erogata con continuità,  finì con  l'essere  sospesa a tempo indeterminato.  Il  recente lavoro  a stampa di  Giorgio Soffiantini   ha consentito di sensibilizzare la comunità legnaghese e di raccogliere la disponibilità di uno sponsor (CREDIVENETO) per rifinanziare la lodevole iniziativa in modo adeguato rendendola ambita e continuativa.

(10 ottobre 2008)