Home » Legnago e dintorni » Protagonisti
stampa
 
 
A cura di Renata Nalin
I cento anni di Giacomina: tanti auguri!
I cento anni di Giacomina: tanti auguri!

 

Cento anni. Una meta meno inarrivabile d'un tempo, ma pur sempre un traguardo da celebrare.

Giacomina Donini l'ha raggiunto con mente lucida e ricordi nitidi. Chissà quante volte si è sentita ripetere, il giorno di Santa Lucia, nella ricorrenza del suo natale, "Cento di cento di questi giorni"! Per lei non s'è trattato di un'iperbole, ma di un auspicio realizzato.

Nata a Legnago il 13 dicembre del 1908, ha percorso il secolo scorso e ha varcato il terzo millennio scrivendo una lunghissima pagina di vita intensa e partecipata.

Ha dedicato quarant'anni e forse più della sua esistenza alla scuola primaria istruendo e educando, seguendo le orme dei genitori, numerose generazioni di fanciulli. Ha insegnato a Marega, a Orti, a Carpi e, per venticinque anni, a Vigo.

Nubile, si è adoperata con passione e dedizione nella scuola, ma anche per gli otto nipoti, figli della sorella Luisa, e a due generazioni di pronipoti: in tutto trentadue.

Dal 1975 conduce vita da pensionata, una vita attiva che ha subito qualche rallentamento solo nell'ultimo biennio. Fino a qualche anno fa si preparava da sola la valigia per recarsi, d'estate, a villeggiare a Cerro Veronese. Ora si fa aiutare, ma solo da un anno e mezzo, da una cara signora di nome Angela che con lei condivide le ore del giorno e della notte, ma provvede ancora da sola alla propria igiene quotidiana e alla cura della sua persona, non tralascia mai l'appuntamento settimanale con la parrucchiera, si adorna con gioielli e sceglie di indossare abiti eleganti nei giorni di festa, legge il quotidiano "L'Arena" e il settimanale "Verona Fedele", ultimamente solo i titoli perché la vista si è ridotta, dimostrando interesse e attaccamento alla vita. Raggiunge alti livelli di soddisfazione quando riceve la visita di ex-allieve che la ricordano con affetto. Ogni mattina si sintonizza su Telepace per la santa Messa e il pomeriggio sgrana tutte e cinque le decine del rosario.

Il suo centesimo compleanno l'ha trascorso con i nipoti, assistendo alla Messa celebrata nella sua casa da don Luca Masin e consumando un semplice rinfresco perché la frugalità, per esperienza diretta della festeggiata, allunga l'esistenza.

 La ricetta di Giacomina per varcare il secolo appare semplice e naturale: ritmi tranquilli regolati da sane abitudini, amore per la vita, fede solida e buone relazioni. Definito così, l'elisir di lunga vita si mostra alla portata di tutti.

Auguri, dunque, alla centenaria e a tutti gli amici del Basso Adige, di un sereno 2009 e di tanti tanti altri felici anni venturi... Giacomina docet.

 

 

(22 dicembre 2008)