Home » Legnago e dintorni » Territorio
stampa
 
 

Un workshop da tutto il mondo

  Resistente, leggera e competitiva: la ghisa sferoidale austemperata scrive il futuro a Minerbe (Verona)

 

 

La ghisa austemperata di Zanardi Fonderie.
La ghisa austemperata di Zanardi Fonderie.
Minerbe (Verona) - Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre 2016, imprenditori, ricercatori e docenti universitari in arrivo da tutto il mondo raggiungeranno la provincia di Verona per partecipare a "ADI Days - Austempering, a Technology for Substitution", un workshop per conoscere e valutare le potenzialità della ghisa sferoidale austemperata prodotta da Zanardi Fonderie, con sede a Minerbe.

Definita dall'acronimo inglese ADI (Austempered Ductile Iron), la ghisa sferoidale austemperata - materiale di cui l'azienda veronese è leader mondiale nella produzione e nella ricerca - si pone come alternativa all'utilizzo di fusioni e forgiati in acciaio nella realizzazione di componenti

per sospensioni di veicoli commerciali, per macchine agricole e movimento terra, carri ferroviari e organi di trasmissione meccanica.

Importanti realtà industriali come Fiat, Iveco, Berco, Caterpillar e Bonfiglioli utilizzano da anni i getti in ADI di Zanardi Fonderie per le sue prestazioni competitive.


 Un materiale a misura del cliente: perché ADI è competitiva rispetto all'acciaio

 Grazie alla buona colabilità, tipica delle ghise, ADI esprime il suo massimo potenziale nella realizzazione di forme complesse che consentono di apporre materiale solo dove è necessario, abbattendo gli sprechi.

Con ADI, componenti che solitamente risultano dall'assemblaggio di più elementi in acciaio saldati fra loro possono essere realizzati come un pezzo unico, resistente ed ecologico che consente al cliente di risparmiare sulle spese di produzione, di guadagnare in termini di qualità e risolvere i

problemi legati ai limiti dell'acciaio.

Ma non è solo questo il vantaggio di un materiale che da anni è oggetto di ricerca da parte di Zanardi Fonderie in collaborazione con Università italiane ed europee, fra cui l'Università di Padova, l'Università di Cassino, l'Università di Trento e la RWTH di Aachen.

Grazie all'utilizzo di componenti in ADI i veicoli risultano più leggeri, perché il peso specifico della ghisa sferoidale austemperata è inferiore del 10% rispetto all'acciaio. ADI è inoltre un materiale che resiste all'usura senza bisogno di trattamenti superficiali e che favorisce una riduzione del rumore grazie all'effetto "smorzante" della grafite e della sua struttura "ausferritica".

La ghisa sferoidale austemperata (ADI) di Zanardi Fonderie è, infine, come tutte le fusioni in ghisa, completamente riutilizzabile a fine vita del componente.

 "ADI Days" - Un workshop di due giorni per manager e ricercatori

 

Il 6 e 7 ottobre 2016, Zanardi Fonderie organizza - con il supporto di EIT Raw Materials (www.eitrawmaterials.eu) - un workshop di approfondimento indirizzato a professionisti e manager operanti nei settori dell'automotive, delle macchine agricole, del trasporto ferroviario e delle trasmissioni meccaniche.

La prima giornata di convegni e dibattiti (il 6 ottobre) si svolge nel Castello di Bevilacqua (Verona); il 7 ottobre è in programma la visita guidata allo stabilimento di Zanardi Fonderie, a Minerbe (Verona).

 Il workshop si intitola "ADI Days - Austempering, a Technology for Substitution" e sono previsti contributi da parte di clienti di Zanardi Fonderie che utilizzano ADI, quali CNH Industrial (Gruppo Fiat); Magneti Marelli Sistemi Sospensioni; Bonfiglioli Mechatronics; Industrie Cometto, e di ricercatori delle Università di Padova, Università di Cassino e RWTH Aachen.

Esperienza diretta e ricerca si incontrano in un ciclo di dibattiti che coinvolge, da un lato, i clienti che utilizzano ADI e, dall'altro, i ricercatori che si dedicano allo studio di applicazioni specifiche sul materiale.

"L'attività di ricerca che da molti anni portiamo avanti in azienda è focalizzata sullo sviluppo e sulla caratterizzazione di materiali ottenuti con il processo dell'Austempering. Ma non è sufficiente lo sviluppo di una buona tecnologia per creare valore, se questa non viene orientata alle reali esigenze del mercato: da qui l'idea di organizzare un evento finalizzato non solo a narrare le potenzialità di ADI, ma soprattutto ad ascoltare le esigenze dei clienti, di cui vogliamo essere partner innovativi", spiega Fabio Zanardi, presidente di Zanardi Fonderie.

 "All'interno del nostro stabilimento di Minerbe sono integrate tutte le fasi di produzione dell'ADI - aggiunge Fabio Zanardi - La produzione giornaliera e i controlli dei relativi processi si ‘fondono' con studio, ricerca, ingegneria e sviluppo innovativo: è questo il nostro modo di assicurare qualità, competitività e innovazione." "Il workshop di ADI Days ospita dibattiti, confronti e condivisione di esperienza per chi opera nel settore dei trasporti e delle trasmissioni meccaniche e per chi è interessato a sviluppare applicazioni innovative che aumentano le prestazioni e l'efficienza dei veicoli abbattendo i costi".

 Zanardi Fonderie, 85 anni di storia nell'innovazione

  (nella foto, Franco Zanardi Presidente Onorario e Presidente Confindustria Verona)   

         La Zanardi Fonderie S.p.A., azienda di famiglia giunta oggi alla quarta generazione, produce getti in ghisa sferoidale e in ghisa a grafite sferoidale austemperata (ADI) formati in terra a verde. La produzione, comprensiva di lavorazioni meccaniche e trattamenti termici ad alta tecnologia, ha luogo nell'unico stabilimento di Minerbe (Verona), che impiega 211 dipendenti in 70mila mq di superficie, di cui circa la metà coperti.

 Nel 2015, l'azienda ha spedito 14mila tonnellate di componenti in ghisa, con getti di peso unitario tra 1 e 120 kg. Nello stesso anno ha registrato un fatturato di circa 33 milioni di Euro (di cui il 60% in ghisa sferoidale e il 40% in ghisa sferoidale austemperata).

La produzione e l'organizzazione di Zanardi Fonderie rispetta gli standard internazionali: la certificazione OHSAS 18001 garantisce la sicurezza interna, mentre la registrazione EMAS e la certificazione ISO 14001 attestano il rispetto dell'ambiente esterno. La qualità offerta al cliente è infine conforme allo standard ISO 9001:2000, che include anche la co-progettazione.

 

(26 settembre 2016)