Home » Attualità
stampa
 
 
Di Roberto Tirapelle
Milano, Aperitivo in Concerto al Teatro Manzoni
Milano, Aperitivo in Concerto al Teatro Manzoni

Ritorna a Milano la fortunata rassegna "Aperitivo in Concerto", manifestazione musicale promossa da Mediaset e Publitalia '80, con la partecipazione di Martini Soda e 3 Italia. Dopo alcuni leggendari artisti di apertura, tra cui Sonny Rollins,  domenica 29 novembre, alle ore 11.00, al Teatro Manzoni di Milano "Aperitivo in Concerto" propone un'affascinante pièce, già clamoroso successo a Broadway, ideata come celebrazione della cultura ebraica, di quell'yiddishkeit che ha contribuito a fare grande la tradizione mitteleuropea e che è stata cancellata dalla Shoa. A farne parte un cast eccezionale, da Vinicio Capossela alla star di Broadway Charlotte Cohn.

Il trombettista e compositore americano Frank London, infatti, porta sul palcoscenico del Manzoni A Night in The Old Marketplace - su libretto di Glen Berger, regia di Alexandra Aron -, incantevole e trascinante lavoro di teatro musicale,  racconto fantastico (Bay nakht oyfn altn mark) dello scrittore Isaac Leib Peretz (1852-1915), una fra le massime figure della letteratura yiddish, avvalendosi di un commento musicale di grande espressività ed efficacia, fra Kurt Weill e Tom Waits. Un tuffo nella cultura klezmer, rivisitata dalla contemporaneità, che annota il fattivo contributo di  eccellenti strumentisti e di alcuni fra i più importanti interpreti vocali sulle scene del teatro musicale americano, come Manu Narayan (protagonista di Bombay Dreams) e Charlotte Cohn (la Musetta de La Bohème a Broadway, diretta da Baz Luhrmann). Voce narrante, l'eccezionale talento di Vinicio Capossela.

"Aperitivo in Concerto" continuerà (13 dicembre) con "Hypnotic Brass Ensemble", una straordinaria orchestra d'ottoni nata a Chicago. "Hypnotic Brass Ensemble" è una tribù che della musica fa un happening teatrale trascinante: i suoi otto componenti sono tutti figli di Kelan Phil Cohran, noto pedagogo chicagoano e per lungo tempo trombettista nella mitica Arkestra di Sun Ra, che a Milano -in prima italiana- si esibirà insieme a questa sua coinvolgente famiglia-orchestra.

A seguire la "Either/Orchestra", gruppo strumentale guidato dal sassofonista e compositore Russ Gershon, presenta in prima italiana (24 gennaio 2010) il frutto di un lavoro di ricerca che conduce da anni insieme ad alcuni straordinari musicisti etiopi. Con la collaborazione di artisti come Mulatu Astatke (che molti ricorderanno nell'apprezzata colonna sonora del film Broken Flowers di Jim Jarmusch) e Mahmoud Ahmed, la Either/Orchestra affronta un viaggio attraverso l'Ethio-jazz, commistione fra jazz e musiche tradizionali africane, nata agli inizi degli anni Sessanta.            

Continuerà il grande batterista Hamid Drake, in anteprima assoluta (31 gennaio). Compie anch'egli un viaggio alle radici del sincretismo africano-americano, ripercorrendo assieme al gruppo Bindu il cammino dell'influenza esercitata dalle musiche caraibiche sulla tradizione musicale popolare americana, con particolare attenzione al mondo del reggae, che viene reinterpretato con la collaborazione del rapper e vocalist Napoleon Maddox e di alcuni fra i musicisti di punta delle scene di Chicago.

Il pianista di radici indiane Vijay Iyer, oggi esponente di spicco tra i compositori americani,  presenta in prima assoluta (7 febbraio) un lavoro vocale e strumentale, ancora in corso di composizione, in cui -con la partecipazione del celebre cantante e compositore hip hop americano Mike Ladd- opera una fusione fra elementi culturali indiani e materiali tratti dalla tradizione popolare americana. 

(22 novembre 2009)