Home » Arte/Cultura
stampa
 
 

Brescia. Palazzo Martinengo - Fino al 14 giugno 2015

(nella foto, Filippo De Pisis,pesce, bottiglia di vino e coltello, olio su tela, ) 
IL CIBO NELL'ARTE : capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol".
IL CIBO NELL'ARTE : capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol

Perfettamente inserita nell'orbita delle manifestazioni relate al tema dell'Expo 2015 "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita", si qualifica fino ad oggi come la più importante rassegna  visiva dedicata al cibo nell'arte mai organizzata in Italia. Per la prima volta Palazzo Martinengo ospita una prestigiosa selezione - operata dal curatore Davide Dotti e da un comitato scientifico internazionale -  dove oltre 100 opere di maestri dell'arte antica quali Campi, Baschenis, Ceruti, Figino, Recco, Ruoppolo, Stanchi, aprono al colloquiare con autori moderni e contemporanei, da Magritte a de Chirico, da Manzoni a Fontana, a Lichtenstein, fino a Andy Warhol

Promossa dall'Associazione Amici di Palazzo Martinengo, con il patrocinio della Provincia di Brescia, Regione Lombardia e di EXPO 2015, la mostra accompagna il visitatore in un lungo ed emozionante viaggio attraverso le diverse correnti pittoriche  - dal Barocco al Rococò, dal Romanticismo ottocentesco alle avanguardie del Novecento - per consentire di ‘assaporare' i diversi temi iconografici relati alla rappresentazione del cibo che gli artisti hanno affrontato con estro e originalità. Il percorso espositivo, vagliato secondo canoni iconografici e cronologici, svela quanto i pittori attivi tra XVII e XIX secolo amassero dipingere i cibi e i piatti tipici delle loro terre d'origine, e porta a scoprire pietanze e alimenti oggi completamente scomparsi e di cui è arduo immaginare anche il sapore.
Inoltre, grazie alla collaborazione con alcuni dei più rinomati dipartimenti di Scienze Alimentari delle Università italiane (per l'analisi specifica di tavole imbandite e dispense immortalate nelle tele del ‘600 e ‘700) il visitatore potrà attingere preziose informazioni sull'alimentazione e i gusti dell'epoca.
Dieci le sezioni tematiche: L'allegoria dei cinque sensi, Mercati dispense e cucine, La frutta, La verdura, Pesci e crostacei, Selvaggina da pelo e da penna, Carne salumi e formaggi, Dolci vino e liquori, Tavole imbandite, Il cibo nell'arte del XX secolo.

Conclude idealmente la visita una stupefacente Piramide alimentare, installazione appositamente realizzata per l'occasione dall'artista Paola Nizzoli. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      Tra i capolavori esposti, i Mangiatori di ricotta di Vincenzo Campi; il Piatto di pesche di Ambrogio Figino (la prima natura morta della Storia dell'Arte italiana, dipinta circa un lustro prima della Canestra di Caravaggio); il più importante pendant di nature morte di Giacomo Ceruti detto Pitocchetto (mai esposto in pubblico prima d'ora); il Tavolo con angurie del  divisionista Emilio Longoni e l'Ultima Cena di Andy Warhol - acrilico su tela che reinterpreta in chiave pop il Cenacolo di Leonardo - .

Il cibo nell'arte offrirà un ricco apparato didattico per tutte classi di ogni ordine e grado. L'Associazione Culturale Amici di Palazzo Martinengo ha studiato una serie di laboratori didattici che saranno condotti da operatori didattici specializzati. Per la Scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, si apre un'esperienza multisensoriale che consiste nel riconoscimento non convenzionale di gusti, odori, colori e consistenze di vari cibi. E' prevista, in alternativa, la realizzazione di un elaborato, simulando e reinterpretando il processo creativo dell'artista, con l'utilizzo dei materiali messi a disposizione ( pasta, frutta secca, legumi, riso...). Per la Scuola Secondaria di secondo grado, oltre alle proposte di laboratori didattici, i percorsi tematici sopraindicati consentono un ulteriore approfondimento su alcuni aspetti e temi del percorso espositivo abbinati, talvolta, a una più breve attività pratica per fissare i concetti appresi.

Inoltre, un concorso a premi per la realizzazione in classe da parte degli studenti di un lavoro artistico, indica la finalità di avvicinare i ragazzi al mondo dell'arte in modo originale e innovativo, tramite la fantasia creativa di ciascuno.

(a cura di Federica Tirapelle)

Catalogo Silvana Editoriale con saggi storico-critici e un testo dello chef Massimo Bottura.

Biglietto: da 10 ad 8 € 8, scuole € 5

Orario: ore 10.00 - 17.00 (da Martedi a Domenica)

Tel.: +39 030 5785122; info@amicimartinengo.it


(28 febbraio 2015)