Home » Arte/Cultura
stampa
 
 

17-18 APRILE 2015

LOS ANGELES DANCE PROJECT

 

Verona - Al Teatro RISTORI: LA DANZA DI OGGI DIRETTAMENTE DA LOS ANGELES
Verona - Al Teatro RISTORI: LA DANZA DI OGGI DIRETTAMENTE DA LOS ANGELES

ESCLUSIVA ITALIANA

L'eccezionale presenza in Italia del  Los Angeles Dance Project. 

www.ladanceproject.com

Esclusiva italiana
 
In programma: Reflections, di  Benjamin Millepied, musica di David Lang; Quintett, di William Forsythe, musica di Gavin Bryars; II Acts For the Blind (prima italiana) di Roy Assaf, musica di Rökkurró.
 
Millepied ha fondato  la Compagnia nel 2012. "Ho sognato di  creare un gruppo di compagni artisti e un collettivo di creatori, perché la danza è dovunque. Un progetto  attorno alla danza e a tutto quello che può rappresentare oggi" (B. Millepied).

 
Reflections, del 2013, è un lavoro dove "vediamo uomini e donne in incontri complessi, adulti. Non ci sono, al posto centrale, quei tipici pas de deux uomo-donna, ripiegamento strutturale di ogni coreografia neoclassica. La vita, sembra suggerire il coreografo, è più complicata e interessante di questo" (R. Sulcas, The New York Times, 18.9.2013);  "di squisita e sapiente fattura dal linguaggio misto (classico e contemporaneo) e convincente" (Sergio Trombetta, Danza&Danza, lug-ago 2013).
 
Con  Quintett, del 1993, abbiamo l'occasione di vedere  un altissimo lavoro di uno dei maggiori coreografi d'oggi, William Forsythe.   en hommage à son épouse mourante, une des méditations sur la vie les plus belles et les plus émouvantes qu'il soit jamais donné de voir.
 
Roy Assaf   è stato premiato come Miglior Coreografo 2014 alla 28a edizione del Premio  Danza & Danza, il maggiore premio italiano della Danza, assegnato annualmente dalla giuria di critici del mensile Danza & Danza. Nella motivazione: "inventore brillante in grado di parlarci di oggi e di noi attraverso il linguaggio contemporaneo più puntuto e sensibile".  Suoi lavori  sono stati presentati a Venezia alla Biennale Danza 2014; e la novità  che qui si vedrà in prima italiana  ha debuttato alla Biennale  Danza di Lione  2014.

(12 aprile 2015)