Home » Cinema » Recensioni
stampa
 
 
di Roberto Tirapelle
A Single Man
A Single Man

A Single Man. Regia, Tom Ford. Interpreti, Colin Firth, Julianne Moore, Matthew Goode.

Distrib., Archibald . USA 2009.

 

Tom Ford. A Venezia (premio Queer Lion 2009), la conferma di un'icona glam che abbandona momentaneamente l'effimero mondo della moda per la giungla di Hollywood. Un tuffo coraggioso per il gran maestro exGucci , nella triplice veste di regista sceneggiatore e co-produttore che racconta di aver riletto, a 40 anni e in piena crisi esistenziale, l'omonimo romanzo di Christopher Isherwood e di averne adattato in chiave personale lo script. Un preparatorio di 5 anni, brevissimo il tempo di ciak. Los Angeles 1962: dura un solo giorno l'azione, la storia di solitudini incrociate, un inferno asettico ma non per questo meno crudele. Con un recondito, beffardo senso di rinascita. George - che ha perso prematuramente l'amato Jim - , Charlotte, l'amica del cuore, divorziata. Attorno a loro , un giovane allievo di George e un ragazzo... Accusato di eccessiva raffinata compostezza formale, Ford afferma che non esiste sostanza senza stile. E la classe interpretativa di Colin Firth (Coppa Volpi) e della magnifica sensibilità di Julianne Moore non lascia dubbi sullo stile e il messaggio, la superficie e l'anima.

(17 febbraio 2010)