Home » Rubriche » La Verbena dell'Adige
stampa
 
 
A cura di Silvia Zanardi

Da “La Verbena dell’Adige” l’invito a collaborare con i Comuni limitrofi per la salvaguardia dell’Adige

La "Festa del Fiume", un evento che racconta la tradizione con la natura
La

Grande successo per la "Festa del fiume", una carrellata di appuntamenti che nel mese di aprile hanno visto protagonista l'Associazione "La Verbena dell'Adige," giunta a dieci mesi di attività dedicati alla scoperta del patrimonio officinale della bassa veronese. E' un libro a parlarne, "Le chiamavano erbacce", redatto in collaborazione con i ragazzi delle Scuole Medie Don Bosco e pubblicato dalla Cooperativa "Cercate."
Dalle camminate notturne fra profumi e mitologia lungo le rive del Bussè alla partecipazione a feste di interesse locale come la Festa degli Aquiloni a Spininbecco e la Festa dell'Albero a Torretta, l'evento clou della Festa è stato l'inaugurazione dell'"Oasi La Verbena dell'Adige", un orto botanico che si estende per 400 m lungo il tratto golenale di argine che collega l'ospedale a Vigo di Legnago. Un percorso dove ad ogni angolo queste "erbacce" vogliono parlare di sé e dei loro "magici" poteri curativi: la melissa, digestiva; il caprifoglio, la pianta del buon umore; l'achillea, per cicatrizzare le ferite; il tanaceto, ottimo contro l'emicrania; la verbena, pianta dei forti e dei sognatori...
Un vortice di colori, profumi e di una natura che è tutta nostra. Alla presenza del sindaco di Legnago Silvio Gandini e dell'assessore alla Cultura e al Turismo Clara Scapin, il presidente Maurizio Antoniazzi e il vicepresidente e consigliere comunale Paolo Longhi hanno ribadito l'importanza che queste piante rappresentano per il vigore culturale dei centri abitati bagnati dall'Adige: "stiamo parlando di una bellezza naturale che è nostro dovere preservare perché non si estingua. Per questo è necessario sensibilizzare tutti i cittadini attraverso programmi ed iniziative che aiutino a capire quanto questi tesori meritino di essere difesi." La nota triste e purtroppo reale arrivata dal vicepresidente di Verona e Venezia Fiere Claudio Valente sulla consistente presenza di rifiuti che interessa le rive e il corso d'acqua ha infatti richiamato l'attenzione sulla necessità di sinergie fra i Comuni limitrofi a vantaggio della salvaguardia del fiume.   
"La Verbena dell'Adige" prosegue dunque la sua attività, offrendo il suo supporto nell'organizzazione di feste e manifestazioni locali mirate ad esaltare le bellezze e la tradizione del territorio. Il primo Comune ad accogliere la proposta è Villa Bartolomea, con il quale sono già in fase di organizzazione eventi rivolti all'attenzione delle scuole.

 

(04 maggio 2008)