Home » Rubriche » La Verbena dell'Adige
stampa
 
 
A cura di Silvia Zanardi
"La Verbena dell'Adige" alla difesa dei tigli di Minerbe

Attenzione e rispetto per l'ambiente: parole d'ordine per vivere in un mondo civile. E i grandi risultati si raggiungono attraverso piccoli passi, uno a volta, ma compiuti da tutti. L'associazione "La Verbena dell'Adige" parte da qui, da un piccolo gesto con grande significato, che invita la cittadinanza a riflettere e capire quanto sia importante salvaguardare la natura.
La voce è arrivata da alcuno abitanti di Minerbe: l'Amministrazione comunale vuole tagliare dei tigli che fanno da cornice a Piazza IV Novembre. "Un affronto alla bellezza, alla solennità e alle proprietà di questi esemplari secolari - incalza Maurizio Antoniazzi, presidente dell'Associazione - che da sempre ci tengono compagnia e fanno parte del corredo delle nostre cittadine".

Per bloccare la decisione del Comune, "La Verbena dell'Adige" è intervenuta inviando una lettera al Sindaco di Minerbe Carlo Guarise e portandolo a conoscenza dell'immenso valore che queste piante custodiscono. "In passato era abitudine piantare un giovane tiglio il giorno in cui nasceva un bambino - si legge - e gli anziani del paese si riunivano sotto le fronde di questi alberi maestosi per accordarsi sulle decisioni pubbliche". Testimoni di storia, dunque, silenziosi ma attenti osservatori a cui tutti, in queste zone, sono affezionati. "Chi può dimenticare quanto è dolce e rassicurante il profumo che queste piante emanano ogni anno nel periodo della fioritura? - continua Antoniazzi -  E' un dono prezioso che porta serenità agli abitanti e caratterizza il nostro territorio."

E' grande la speranza che l'appello dell'Associazione e la richiesta dei residenti venga tenuta in considerazione da chi di dovere, e che si amplifichi l'interesse per la protezione di questi interessanti e generosi esemplari. Generosi sì, perché da secoli offrono all'uomo tutte le loro immense proprietà medicinali e, soprattutto, rilassanti. Foglie e fiori di tiglio essiccati e infusi, infatti, sono ottimi contro raffreddamento e disturbi del sonno. In passato, venivano anche utilizzati per arricchire un bagno caldo e regalare benessere ai più irrequieti, specialmente ai bambini, che la sera faticavano ad addormentarsi. Fiore all'occhiello è poi il suo miele dolcissimo, che si abbina a tutte le tisane e può essere aggiunto in sostituzione dello zucchero.

Un viale senza tigli è quasi inimmaginabile in queste zone, da secoli sono considerati i "padri" di tutti gli alberi perché sono i primi a perdere le foglie all'inizio della stagione invernale. Sarebbe davvero un peccato perdere un così importante patrimonio.

"La Verbena dell'Adige" si rende disponibile ad accogliere ulteriori segnalazioni ed intervenire a difesa di questi grandi tesori naturali del territorio.

 

(17 luglio 2008)