“MAMMA MIA!” IN ARENA, IL MUSICAL CHE RIEMPIE L’ANFITEATRO DI COLORI

È un successo travolgente di musica, canzoni e colori, una grande storia d’amore e di amicizia. È “Mamma mia” il musical, tratto dall’omonimo film, che debutterà in Arena il 29 settembre e che oggi è stato presentato in sala Arazzi di Palazzo Barbieri. Un “promotion day” con i tre protagonisti Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz che, dopo l’incontro con la stampa, ha previsto una passeggiata in musica, fino alla libreria Feltrinelli, con i ballerini di una scuola di danza veronese.
In occasione del debutto, il grande palco dell’Arena sarà allestito con un pontile sospeso, una piscina da 15 mila litri, un vero bagnasciuga e 200 mq di schermo led. Il tutto per dare l’impressione di trovarci su un’assolata isola greca e per immergersi nello spettacolo sulle note della musica degli Abba.

“Conosco e mi piacciono molto – ha sottolineato il sindaco Federico Sboarina – sia le canzoni che il film del quale ho ricercato i posti durante le vacanze, visto che sono un appassionato della Grecia. Avere qui in città il musical che ha riscosso un così grande successo, con un cast e una produzione di questo livello è veramente straordinario. Stiamo parlando di un musical eccezionale nella città più bella del mondo che aggiunge un’altra perla a questo settembre di grandi spettacoli areniani”.

Dall’Arena di Verona, tra l’altro, ripartirà il tour del musical che toccherà molte città italiane. “Stiamo parlando del musical dei record – ha chiarito Gianmarco Mazzi, responsabile eventi extralirica di Fondazione Arena – il più visto degli ultimi 10 anni, con oltre 200 mila spettatori in 110 repliche. Uno spettacolo che potrà contare su un allestimento pazzesco, perché questo è un musical colossal, pieno di colori, musica, allegria e pensato per le famiglie”.

La storia è quella della giovane Sofia che sta organizzando il suo matrimonio su un’isoletta greca. Ma prima di coronare il suo sogno vuole realizzare il desiderio di essere accompagnata all’altare dal padre che non ha mai conosciuto. Invita, perciò sull’isola i tre fidanzati storici della madre.

“È un musical al femminile – ha confermato l’attore Luca Ward – uno spettacolo contagioso, pieno di energia in cui la gente balla assieme agli artisti”.

“In tutto – ha raccontato Paolo Conticino – sono tre ore di show che passano in un soffio. Tutte da vedere e cantare”.

“Musical di questo livello – ha sottolineato il protagonista Sergio Muniz – si vedono a Broadway o a Londra. E poter andare in scena in Arena è qualcosa che gli artisti possono solo sognare”.

Contribuisci a sostenere Il Basso Adige: disabilita il tuo Ad Blocker. Grazie.

Avviso per gli utenti di AdBlock

Il Basso Adige è una testata giornalistica che si mantiene grazie alla pubblicità.

Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo di disabilitare il tuo Ad Blocker o di inserire www.ilbassoadige.it nella whitelist del tuo plugin anti-pubblicità. Ti promettiamo che non saremo invadenti.

Grazie