Giovani cineaste italiane a Berlino: Valeria Venturelli

(servizio di roberto tirapelle)

(nella foto sopra una scena del film Off Season)

Nel corso della mia partecipazione al Festival del cinema di Zagabria (15th ZagrebDox) ho avuto la fortuna di conoscere delle/dei giovani cineaste/i italiane/i che dall’Italia si sono trasferite/i a Berlino.

      Cominciamo da Valeria Venturelli. Dopo specifici studi di critica cinematografica e di management culturale in Italia, ha la fortuna di seguire un master in produzione cinematografica presso la Film University Babelsberg KONRAD WOLF, la più antica e grande scuola di cinema in Germania, sostenitrice anche del percorso produttivo. Da lì inizia a produrre, pur all’interno dell’università.

      Parte con di Sophia Bösch, regista svizzera già in corsa anche come sceneggiatrice. E’ un corto dal soggetto originale ambientato nella Svezia settentrionale. E’ presentato alla Berlinale Perspektive Deutsches Kino 2018 e da lì comincia un viaggio fortunato attraverso premi e presentazioni in numerosi festival in tutto il mondo. Poi è la volta di Off Season, regia di Henning Beckhoff, giovane cineasta tedesco. Il film è un mediometraggio e ha avuto l’occasione di essere presentato in prima mondiale alla Berlinale 2019. Un film girato in Sicilia, tra Palermo e Pollina, pulitissimo in tutte le inquadrature, con squarci sull’architettura e il bel paese (anche il rapporto sessuale ha le sembianze di una architettura). Un ambiente assolutamente asettico, dove trovano spazio i due pallidi protagonisti e tutti gli oggetti e il paesaggio che li circonda. Off Season ha cominciato il suo percorso e ha vinto una menzione speciale all’Achtung Berlin film festival, appena concluso.

Il lavoro di Valeria Venturelli quindi continua anche a sostegno del cinema tedesco. La stampa italiana ed estera sta contribuendo a segnalare il percorso di questi cineasti considerando i pochissimi spazi che ormai i giornali dedicano al cinema. Valeria Venturelli al Festival del documentario di Zagabria ha presentato il pitch di Almost Together per la regia di Rocco Di Mento, un altro cineasta italiano a Berlino. E’ un documentario in preparazione, è agli ultimi mesi di montaggio, dovrebbe essere pronto ad ottobre.

Per capire meglio il senso e gli obiettivi di questa migrazione di giovani talenti cinematografici ho fatto qualche domanda a Valeria Venturelli.

Da quanto tempo ti sei trasferita a Berlino?

Nel 2009, dopo aver concluso una laurea di Cinema a Bologna, ho deciso di andare a Berlino per cercare una realtà internazionale in cui poter mettere radici una volta finiti gli studi. Ci rimasi quasi un anno e imparai il tedesco. Poi tornai di nuovo a Bologna per conseguire un master in Cultural Management, ma ho sempre pensato di tornare in Germania. Ora vivo stabilmente a Berlino da 7 anni.”

Qual’ è stata la molla che ti ha fatto decidere di trasferirti a Berlino?

La sensazione di poter decidere io stessa del mio futuro limitando i fattori esterni e puntando sulle mie forze. Oltre al fatto che è una città che ti offre la possibilità di vivere in un contesto pienamente internazionale, e questo mi è sembrato un presupposto attraente anche dal punto di vista lavorativo.”

Come sei diventata Producer? Normalmente è un punto di arrivo?

Per me è un punto di partenza visto che ho prodotto i miei progetti nell’ambito di un master in produzione cinematografica alla Filmuniversität Babelsberg “Konrad Wolf”, vicino a Berlino. In ogni caso, la fortuna che hanno avuto i miei film sia a livello nazionale che internazionale, e in particolare Off Season, che ha appena avuto la sua Première in Berlinale, mi dà la spinta a voler iniziare presto il mio lavoro da Producer al di fuori di un percorso di studi.”

Immagino che il tuo trasferimento abbia allargato le tue conoscenze. Oggi ti chiamano ai Festival?

Andare ai festival è una cosa che mi piace molto: è interessante parlare con il pubblico e vedere quanto la percezione di un film cambi a seconda di chi lo vede e dei valori che si porta dietro. Ho avuto la fortuna di poter partecipare a diversi festival in giro per il mondo e spero che questo sia di buon auspicio al nuovo documentario che abbiamo in produzione: Almost Together (regia di Rocco Di Mento).”

(il team di Off Season alla Berlinale)

Valeria Venturelli – Filmografia

2019

OFF SEASON / Medium length / 43 min / D: Henning Beckhoff / Film University Babelsberg KONRAD WOLF

Costantino – Almost Together / Documentary / 90 min / D: Rocco di Mento / Film University Babelsberg KONRAD WOLF

Artemisia / Short / 30 min / D: Savio Debernardis / Film University Babelsberg KONRAD WOLF

2018

RÅ/ Short /30 min / D: Sophia Bösch / Film University Babelsberg KONRAD WOLF

2017

Mondmänner / Treatment / 90 min / w/ Julia Angerer-Zimth / work in progress

Advertisment ad adsense adlogger