Quando Vanessa volava: gli anni della speranza a Villa Bartolomea

Dopo Ferrantis e Correvamo a piedi scalzi, Gianni Ferrante chiude la propria trilogia con un lavoro tanto semplice quanto elegante: Quando Vanessa volava. Il libro sarà messo in scena il 22 Novembre presso il Teatro Sociale di Villa Bartolomea

Venerdì 22 Novembre alle ore 20.45, presso il Teatro Sociale di Villa Bartolomea, andrà in scena uno spettacolo tratto dal terzo libro di Gianni Ferrante, ingegnere per lavoro e scrittore per passione. Dopo Ferrantis e Correvamo a piedi scalzi, l’autore chiude la trilogia con Quando Vanessa Volava, un libro che rievoca un passato apparentemente perduto, ma che in realtà vive nei cuori di chi ne sa conservare il ricordo. Con grande semplicità Ferrante prende per mano il lettore e lo accompagna con una farfalla, la Vanessa, negli anni della sua infanzia e adolescenza; anni caratterizzati dal tempo lento di un piccolo meraviglioso mondo fatto di legami puri,forti e sinceri, in cui ognuno si può almeno in parte rispecchiare. 

Lo spettacolo ripercorre il racconto come un sogno, scandito in capitoli che toccano vari temi. Tra questi si annoverano gli anni della speranza, il dopoguerra, la vita di un piccolo paese che si affaccia nel mondo moderno. Il tutto è interpretato dalla musica dell’epoca beat da parte di Leonardo Maria Frattini e dalle letture di Giovanna Tondini. Inoltre, una raffinata narrazione di Federico Melotto farà da sfondo alla vicenda. A rendere omaggio a quella natura dimenticata saranno otto bambini, piccoli attori che porteranno in scena la leggerezza di un passato che forse non tornerà, se non nei nostri sogni. A patrocinare la serata con Ferrante sono la Provincia di Verona e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Villa Bartolomea. 

Per volontà dell’autore, il ricavato della vendita del libro sarà devoluto a due importanti Associazioni di volontariato: La Casa Volante e Cuore di Donna.

Advertisment ad adsense adlogger