Dopo il lockdown, il Camploy riparte con teatro e danza

Da metà ottobre a fine dicembre il Teatro Camploy di Verona riparte con il teatro e la danza. Riprogrammati tutti gli spettacoli rinviati a causa lockdown

Di: Simone Massenz

LEGGI ANCHE: Verona: il Liceo Artistico presenta “Specchi” e “Icone”

Il Teatro Camploy riparte. Tutti gli spettacoli rinviati a causa del lockdown, ora riprogrammati, si terranno tra metà ottobre e fine dicembre. Già sold out il debutto con Macbettu (video). Per la rassegna L’Altro Teatro andranno in scena prosa e danza, nonché molte compagnie veronesi e amatoriali.

La capienza sarà nondimeno ridotta a 136 posti: il distanziamento e ogni altro protocollo vigente garantiranno infatti la massima sicurezza per il pubblico. Non perderanno validità gli abbonamenti e i biglietti risalenti alla scorsa stagione, che verranno riassegnati. Aperte al Box Office di via Pallone le prevendite.

Il 21 ottobre andrà in scena Macbettu, diretto da Alessandro Serra. Il 5 novembre toccherà a Sulla morte senza esagerare del Teatro Gordi, mentre il 13 e il 26 novembre rispettivamente a Callas di Ersiliadanza e a Le allegre comari di Windsor. Chiuderà Graces il 17 dicembre con le coreografie di Silvia Giribaudi.

In merito alle compagnie professionali veronesi inserite nel fuori abbonamento, il 29 ottobre Ippogrifo Teatro esordirà con La Papessa. Quindi, il 18 novembre Teatro Scientifico-Teatro Laboratorio eseguirà Oggi è Otello e il 20 novembre Iuvenis Danza presenterà On attend… piccolo Godot da camera. Infine, il 3 e il 10 dicembre verrà il turno rispettivamente di Lucia Salgarollo in Hic et nunc: on the nature of: Wolves e di EXP in Dissipatio F. G.

Non mancano le nuove date per il teatro amatoriale, da quest’anno chiamato “Verona Passione Teatro“. In prima battuta, il 24 e il 25 ottobre andrà in scena Artefatto Teatro con Badanti e L’Erba del vicino. Il 7 e l’8 novembre Trixtragos presenterà Quartet, mentre il 14 e il 15 si esibirà A filo d’Arte con È possibile. Il 21 e il 22 novembre la Pocostabile salirà sul palco con Goldoni e le donne e il 28 e il 29 sarà ora di Veci, imbriaghi e foresti di GTV Niù. Chiuderanno il tutto La terra in prestito di Verbavolant – 5 e 6 dicembre – e Scambio di persone all’Italiana di Micromega – 12 e 13 dicembre.

(Fonte)

Advertisment ad adsense adlogger