Il nuovo Consiglio degli Studenti dell’Università di Verona

Cr. ph. VeronaIn

Si è riunito per la prima volta la sera del 15 dicembre il nuovo Consiglio degli Studenti dell’Università di Verona, in seguito alle elezioni avvenute nei giorni 16, 17 e 18 novembre 2020

Di: Redazione

LEGGI ANCHE: Approvazione condizionata dei vaccini SARS-CoV-2: cosa significa?

Il 16, 17 e 18 novembre 2020 si sono tenute le elezioni studentesche per il rinnovo della rappresentanza universitaria. Novità molto rilevante di quest’anno la presenza degli specializzandi negli Organi più importanti. Nel 2019, erano scesi a tal proposito in piazza a protestare: per poter godere di una rappresentanza negli Organi d’Ateneo. E questo perché, proprio come gli altri, anche loro sono studenti. (Non esistono studenti di serie A e di serie B, ndr.).

Alle elezioni si sono candidate diverse liste, da quelle con un numero alto di candidati, come UDU (Unione degli Universitari di Verona) e Oltre, a quelle meno numerose, come ASVer (Associazione degli Specializzandi di VERona) e SUV, fino alle liste di nicchia, rivolte agli specifici corsi di laurea: Medicinamente e Debug 4.0 dei Poli di Borgo Roma; Linguistics e Culturalmente per due Collegi Didattici del Dipartimento di Culture e Civiltà; infine, Wineocracy (chapeau per il nome, ndr) per il Collegio Didattico di Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche.

I risultati delle elezioni sono stati eccezionali, con un’affluenza del 26%, contro il 12% delle elezioni del 2018. Per visualizzare i dati ufficiali, clicca qui.

Il nuovo Consiglio degli Studenti dell’Università di Verona

Arriviamo al 15 dicembre 2020, quando, alle 20:00, la Consigliera più anziana presiede inizialmente la prima seduta del nuovo Consiglio degli Studenti dell’Università di Verona e la dichiara aperta. Non è stata una seduta semplice. I rappresentanti, d’altronde, appartenevano a liste diverse, il che presuppone idee diverse, modus operandi diversi, ecc.

Dottor Stefano Ambrosini, Presidente del Consiglio degli Studenti dell'Università di Verona
Dottor Stefano Ambrosini, Presidente del Consiglio degli Studenti

Si è insediato, dunque, il nuovo Ufficio di Presidenza:

  • Presidente: Dottor Ambrosini Stefano, Dottorando di Biotecnologie al XXXVI ciclo. Il perfetto connubio tra la figura di studente da una parte e quella di lavoratore dall’altra.
  • Vicepresidente: Dottor Ferruzzi Alessandro, specializzando in Pediatria. Con la sua esperienza pluriennale tra i banchi, non può che portare un grosso contributo al Consiglio in toto.
  • Segreteria: Dottoressa Palmisano Valeria. Frequenta Editoria e Giornalismo (deformazione professionale dunque, ndr) e da tempo, attraverso i propri canali social, aiuta studenti di tutti i dipartimenti e scuole.

Noi di Udu abbiamo lavorato intensamente per costruire una rappresentanza competente, inclusiva e aperta al dialogo e al confronto e siamo contenti che gli specializzandi di ASVer abbiano voluto accordarci la fiducia che ci siamo conquistati grazie alle battaglie combattute assieme a loro.

– Dottor Stefano Ambrosini, Presidente del Consiglio degli Studenti

Tre studenti, dunque, che hanno una lunga esperienza nell’Ateneo, motivo per cui, da regolamento, a parità di voti ricevuti viene eletto il più anziano. Un Ufficio di Presidenza completamente innovativo, che mette in luce pressoché tutti i gradi di istruzione.

Ma il Consiglio degli Studenti è anche molto altro: i rappresentanti vengono infatti eletti anche per le Commissioni, Organi fondamentali all’interno dell’Ateneo. Ne sono indubbio esempio il Nucleo di Valutazione, la Commissione per il Diritto allo Studio e molte altre.

Non ci resta che augurare alle nuove Consigliere e ai nuovi Consiglieri un buon lavoro per il biennio accademico 2020-2022.

Advertisment ad adsense adlogger