GIORNALmente – 23 febbraio: John Keats

Cr. ph. The Keats Foundation

GIORNALmente, la pillola giornaliera che nutre la mente: il 23 febbraio 1821 muore a Roma il poeta John Keats

Di: Annalaura Casciano

LEGGI ANCHE: GIORNALmente – 22 febbraio: Andy Warhol

Il 23 febbraio 1821 muore a Roma il poeta John Keats, nato a Londra il 31 ottobre 1795 e cresciuto a Finsbury. Nel 1811 intraprende gli studi da apprendista medico e farmacista, diventando poi studente di Medicina al Guy’s Hospital.

In questo periodo inizia a comporre e scrivere poesie e la letteratura prende il sopravvento sugli studi scientifici, sebbene superi tutti gli esami. Nel 1816 pubblica la prima poesia sul “The Examiner”, chiamata O Solitude!.
La sua prima raccolta si intitola Poems e lo consacra come vero e proprio poeta.

Trascorre del tempo presso l’Isola di Wight, dove inizia a scrivere la grande opera Endimione. Purtroppo, il testo riceve numerose critiche a causa di una campagna negativa della rivista “Blackwood”. Nonostante ciò, Keats continua a pubblicare lavori di spicco, tra cui la celebre Ode to a Nightingale.

Contemporaneamente, ufficializza il fidanzamento con l’amata Fanny Brawne, ma nel 1820 si manifesta per la prima volta la tubercolosi. Presa la decisione di trasferirsi in Italia alla ricerca di un clima migliore, Keats si stabilisce a Roma, ove muore nel 1821. Viene sepolto nel Cimitero Protestante di Roma.

Comments are closed.

Advertisment ad adsense adlogger