Il Basso Adige x 1000: un sentito grazie

“Il Basso Adige” ha pubblicato l’articolo numero 1000 dall’apertura del sito web. Un grazie ai collaboratori, al Consiglio Direttivo e ai lettori

LEGGI ANCHE: Superlega: come non detto! Dietrofront Inter e scuse del Liverpool

L’articolo Verona romana: l’arco celebrativo della famiglia dei Gavi, con firma di Elisa Silvestri, segna un traguardo nella storia de “Il Basso Adige”. È infatti la pubblicazione numero 1000 del giornale dall’apertura del sito web, avvenuta nel 2018.

A dispetto dei tanti cambiamenti, Il Basso Adige non ha mai perso di vista l’obiettivo più importante: la valorizzazione della cultura e del territorio. L’intera redazione coglie quindi l’occasione per congratularsi con chi ha contribuito alla svolta a cui abbiamo assistito nel corso dell’ultimo anno.

Si congratula in primis con tutto il Consiglio Direttivo dell’Associazione Culturale Il Basso Adige, proprietaria del giornale on-line. Quindi, con il Direttore Responsabile e con il Caporedattore, caparbi nello “stare sul pezzo”, nel lavorare sempre alla ricerca non dello scoop, ma del sapere e della buona informazione. Si congratula poi con i “nuovi arrivi”, in gran parte giovani stagisti dell’Università di Verona, coordinati dalla Responsabile Stage e Tirocini e sapientemente formati e gestiti dal Caporedattore. Il loro lavoro, unitamente a quello dei vari collaboratori scientifici, tecnici ed economici, ha notevolmente incrementato il numero dei lettori, con picchi di 15-20mila persone raggiunte sui social network.

Ultimo ma non ultimo, corre l’obbligo di ringraziare, oltre ai lettori, nostro sicuro sostegno, anche le storiche aziende, il cui contributo ci ha permesso di raggiungere tali risultati.

Un sentito grazie,

La redazione de Il Basso Adige

Comments are closed.

Advertisment ad adsense adlogger