Verona, VII Premio Internazionale Maria Callas

All’Hotel Due Torri di Verona, Arena Casarini, il 2 agosto, il VII Premio Internazionale Maria Callas 2021

Di: Pierantonio Braggio

LEGGI ANCHE: “Trentino, vite e vino”: la grande opera di Mariano Giordani

Esprimendoci musicalmente, per così dire, ci è gradito segnalare, con grande soddisfazione, che continua il “crescendo” del Festival
Internazionale Maria Callas (1923-1977), Verona, mentre già si pensa al prossimo centenario della nascita della grande soprano.

Il
Festival è stato creato, dal M° Nicola Guerini, il 2 Dicembre 2013, in occasione del 90° anniversario della nascita della Diva del canto, e
battezzato con il motto “Happy Birthday, costituendo, ormai, un appuntamento fisso, per il mondo della lirica e per Verona, che ogni
anno, il 2 agosto, ricorda il debutto scaligero della “Divina”, con il Premio Internazionale, di cui sopra. Da rilevare: sino dalla sua prima
edizione, il Festival si svolge, come si rileverà, tra due date significative: il 2 dicembre, giorno della nascita dell’artista, e il 2 agosto, data
del suo citato debutto – nel 1947, in Carmen – nell’Arena di Verona.

Se già si pensa, dunque, verso New York, per il 2023, anno del
centenario della nascita della “divina Maria”, continua la collaborazione, con il Comune di Fiuggi, partner fisso, fino al 2023, con la nota
“Lirica dell’Acqua” e con le pregiate etichette artistiche di Albano Poli, le quali impreziosiscono le 100 bottiglie della Collection Gold,
prevista per le celebrazioni del 2023. Si confermano, nel contempo, le partnerships con OperaClick, rivista online di critica musicale;
con Warner Classics, con l’ascolto delle incisioni di Maria Callas; con l’Istituto Luce di Cinecittà, per i contributi video; con il Museo della
Radio di Verona, per la sua pregiata collezione di grammofoni e dischi d’epoca; con lo storico Circolo Tullio Serafin, con l’Accademia
Renato Bruson, Busseto, e con Rete Due della Radiotelevisione Svizzera italiana. Già nel 2014, il regista Franco Zeffirelli fu insignito
del titolo di Presidente Onorario del Festival e, nel 2015, il prestigioso riconoscimento fu conferito al soprano Maria Chiara, nel 2016, al
baritono Rolando Panerai, nel 2017 al tenore Gianfranco Cecchele, nel 2018 al baritono Renato Bruson e, nel 2019, al soprano Raina
Kabaivanska. Lunedì 2 agosto, alle ore 17.30, riceverà il Premio Internazionale 2021 il celebre basso Michele Pertusi, nella splendida
Sala Casarini dell’Hotel Due Torri, Verona, già salotto storico d’incontri e di soggiorni di artisti, quali Mozart, Goethe, Wagner, Proust e
Ruskin. Il Premio è dato da una speciale scultura bronzea, realizzata, in esclusiva per il Festival, dall’artista Albano Poli, che, il 2 agosto
del 2017, presso un arcovolo areniano, inaugurò una sua opera bronzea, raffigurante la “Divina”, in occasione dei settant’anni, dal
menzionato debutto del grande soprano. La cerimonia, ad ingresso libero, sarà introdotta da Massimo Coserini, condotta da Danilo
Boaretto, che traccerà, con Michele Pertusi, un ritratto artistico, con le tappe più significative della sua carriera, che lo vede presente nei
cartelloni dei più importanti teatri d’opera del mondo.

Per il progetto Maria Callas Wine Collection 2013-2023, la Cantina Tommasi, dedicherà al Premio Internazionale Maria Callas 2021 la
pregiata bottiglia Magnum di Amarone. Per l’occasione, quindi, il Comune di Fiuggi, rappresentato dall’Assessore al Turismo, Simona
Girolami, omaggerà il celebre Basso, con un importante riconoscimento. Al termine della cerimonia, tradizionale degustazione di cinque
eccellenze veronesi del gusto: la torta “Divina”, predisposta da Miozzi Pasticcerie; il premiato Olio ExtraVergine di Oliva “Veneto
Valpolicella DOP Fontana Bio” dell’azienda Vaccheria Monica, il vino Tommasi-Family-Estates e, appunto, la Fiuggi. Un Festival, che
onora Maria Callas, la Lirica, la Verona della Lirica e l’agroalimentare veronese…!

Comments are closed.

Advertisment ad adsense adlogger