GIORNALmente – 18 ottobre: la Ferrovia Transiberiana

TransiberianaCr. ph. Rusalia

GIORNALmente, la pillola giornaliera che nutre la mente: il 18 ottobre 1916 viene completata la Ferrovia Transiberiana in Russia

Di: Annalaura Casciano

LEGGI ANCHE: GIORNALmente – 17 ottobre: Arthur Miller

Il 18 ottobre 1916 viene completata la Ferrovia Transiberiana in Russia. La linea ferroviaria va da Mosca, quindi dalla parte occidentale della Russia, a Vladivostok, città a Oriente, ai confini del vasto territorio russo. La ferrovia è lunga 9.288 chilometri ed è, dunque, la più lunga del mondo. I lavori iniziano ufficialmente nel 1891 e viene presentata per la prima volta all’Esposizione Universale di Parigi nell’anno 1900; il nome, da principio, è Train Transibérien.

Oggi, nello specifico “Transiberiana” è considerata per lo più la parte orientale della ferrovia, da Čeljabinsk a Vladivostok. Oltre alla linea principale, vi sono due diramazioni lungo la Ferrovia Transiberiana: la Transmongolica e la Transmanciuriana. La linea prima è quella che parte da Ulan-Ude, nella Russia orientale ed attraversa la Mongolia, concludendo il percorso a Pechino, in Cina. Mentre, la linea Transmanciuriana parte da Čita, in Russia, ed ha sempre come destinazione finale Pechino, tuttavia non attraversa la Mongolia.

Le caratteristiche dei viaggi in Transiberiana sono molteplici e molto curiose: infatti, lungo il tragitto della ferrovia vi sono sette fusi orari e l’orario con cui si indicano la partenza e l’arrivo dei treni corrisponde al fuso orario di Mosca. Inoltre, se si vuole completare il percorso in un viaggio diretto, senza mai scendere dal treno, si impiegherebbe all’incirca una settimana. Alla ferrovia è stato dedicato anche un Uovo Fabergé, del famoso gioielliere russo omonimo: l’uovo viene donato dallo Zar Nicola II alla moglie; adesso si trova presso il Palazzo dell’Armeria del Cremlino a Mosca.

Comments are closed.

Advertisment ad adsense adlogger